Tempesta d’attore, Lorenzo Patanè. Un attore, creatore, performer che aiuta i giovani a rincorrere i propri sogni.
July 14, 2021

Buongiorno spettatori di Britalians TV!

Oggi come ospite non abbiamo un Britalian ma un Germitalian!

L’attore italo-tedesco Lorenzo Patanè.

Chi lo intervisterà?

Ovviamente sempre loro, i nostri due Romeo and Juliet, Erica “a strisce” e il floreale Marco, almeno dalla cintola in su visto che dal lockdown non indossa i pantaloni (per l’audience questo e altro… insomma!)!

 

Mostriamo le persone più meravigliose del mondo. Che fanno cose bellissime. Loro fanno ciò che amano e quindi sono felici di questo.

L’ospite di oggi, Lorenzo Patanè, è un meraviglioso attore, in Germania dagli scorsi 35 anni perché ne ha avvelenato il re… ahah simpatico Marco!

No in realtà attore, a capo di una scuola di attori, protagonista di una soap opera con cui sono cresciuti i nostri due intervistatori: sono infatti diventati così grandi a forza di pane e Tempesta d’amore!

 

Per introdurre il nostro ospite la popolare song introduttiva, una canzone popolare di Walt Disney in tedesco: Hakuna Matata!

 

Lorenzo vive a Monaco. È originario della Sicilia, di Catania.

Si trasferì qui da bambino con i suoi genitori che vi aprirono un ristorante. Dopo il divorzio dei suoi, il padre tornò in Italia, e lui è rimasto con la madre a Monaco.

La Germania è un Paese unico, con un modo di vivere differente, infrastrutture, società: puoi veramente organizzare la vita come vuoi e per il meglio.

Per Lorenzo la Germania è la perfetta combinazione perché è un Siciliano ed è creativo, un estroverso, un tipo di persona caldo-temperata. E il fatto di essere in un luogo strutturato, con una struttura e delle regole, combinando questi due aspetti questo ti aiuta a perseguire la tua strada.

Come accade in UK dove hai una forte etica del lavoro, una società strutturata, bene diretta. Ma dove gli italiani immigrati possono fare ciò che sentono da fare e hanno successo perché combinano entrambe le cose.

 

Marco è sempre goloso di cibo e allora chiede cosa mangia Lorenzo in Germania.

Lorenzo è un amante dello slow food (non degli animali che camminano piano Marco, dai!) e di cucinare cibi freschi e sani. Così si reca da un green grocer italiano ma anche in vari piccoli negozi che vendono frutta e negozi che offrono prodotti provenienti da ovunque.

Una celebrazione dell’Italia in tutto il mondo, oltre che al mantenimento delle proprie tradizioni e del guardare alle piccole cose che ti rendono migliore la vita.

 

Lorenzo viene intervistato nel suo studio, con sullo sfondo alcuni suoi ultimi dipinti, dove registra i suoi video e accoglie i clienti.

La sua società è stata fondata sei anni fa per aiutare performers, sellers pictures, actors.

Tutti avevano necessità di stare su un palco e fare performance.

Da due anni e mezzo poi ha creato un canale su YouTube per diffondere il suo messaggio sui social media.

 

Oltre al cibo, a Marco interessano gli appuntamenti galanti.

Lorenzo non è esperto di queste cose, è sicuro però che in Germania vi è un altro tipo di cultura per cui il colore della pelle è qualcosa che importa nulla: siamo tutti cittadini del mondo, siamo tutti connessi!

 

Al centro dell’intervista una delle parti più attese: i giochi con gli attori.

È così che possiamo vedere un Lorenzo che piange ma anche un Lorenzo che ride.

Perché il linguaggio della commedia è lo specchio del linguaggio drammatico e il dramma lo specchio della commedia. Non a caso come ricordano i nostri Marco e Erica: la migliore commedia nasce dal dramma!

Lorenzo ci spiega come anche lui stesso sia partito dall’essere smart, contento, come il nostro Marco, di cui viene lodata la simpatia contagiosa, all’essere più serioso. E la ricerca che fa Lorenzo da bravo attore è fare qualcosa che per essere veramente preziosa deve essere così complicata e stratificata, portata a un tale livello che la gente non sia abile di replicarla e duplicarla: ecco l’unicità!

 

Il terzo gioco il recitare la stessa frase “mind the gap between the train and the platform” in tre modi diversi: sexy way, piangendo e quando stai partorendo (questa ultima è stata giustamente sostituita con una lettura shakespeariana della sentenza).

 

Marco: “Quale è l’aspetto dell’essere attore che porta la tua personalità ad essere più vicina allo stesso recitare?”

Lorenzo risponde che per lui è l’essenza del recitare: quando ha iniziato lo ha fatto con felicità è mostrando cosa aveva dentro. È cresciuto facendo soldi con l’essere attore, ha raggiunto un posto di fama e successo ma ora, essendo arrivato “con il mio treno alla terza stazione”, si dedica ad apprezzarsi e ad esplorarsi per cercare e trovare cose nuove, nuovi prodotti e migliorare se stesso.

È un modo di vivere ormai come riassume Marco.

 

Adesso Lorenzo continua a vestire i panni di Robert Saalfeld in Tempesta d’amore, il cuoco pazzo da 15 anni in un hotel a cinque stelle. È come vivere due vite ormai per lui.

Inoltre disegna, ha iniziato come designer industriale e si diletta in ciò. “Il sonno è il cugino della morte” a suo dire quindi dorme il meno possibile e si dedica a ciò che lo rende vivo.

 

Ha recitato recentemente in un film di Pif, In guerra per amore, e ha odiato questo mafioso giovane siculiano-newyorkese degli anni ’30 Carmelo che impersonava. Ma ha amato tanto il regista Pif, un one-man show.

Ogni ruolo secondo lui ha qualcosa in sé di interessante da scoprire, e forse gli piacerebbe impersonare un prete prima o dopo, chissà.

 

E anche impersonare qualche animale, sì Marco, proprio così! Nella sua scuola di recitazione non a caso spesso adottano questa tecnica, che aiuta molto l’attore. E forse a lui piacerebbe fare il gatto nero o il gufo notturno, per vedere a 360° e speriamo di no, come asserisce Marco, spezzarsi il collo!

 

Una delle migliori risposte alla domanda “come stai trascorrendo questa quarantena in Germania?” l’abbiamo proprio da Lorenzo.

Lui è sempre in quarantena, è lo stile della sua vita, è un essenzialista. Ciò gli dà tempo di riflettere su certe cose, creare di più, avere idee per gli show.

 

E per quanto riguarda l’atmosfera della quarantena a Monaco?

L’idea di libertà personale in Germania è probabilmente maggiore degli altri Paesi del mondo, i tedeschi tengono molto alla loro libertà e protestano nel momento in cui gli viene limitata.

Lorenzo crede che ci sia un lato positivo in ciò in quanto Rousseau aveva detto una cosa, che la libertà dell’uomo umano non è lasciargli fare qualunque cosa lui voglia fare ma che lui possa rifiutare di fare quello che non vuole fare, e questo è molto importante.

 

Lorenzo è in Germania da più di trentacinque anni, addirittura caro Marco riesce a riconoscere la differenza tra uno Svizzero e un Austriaco che parlano tedesco!

E crede molto nella lingua tedesca, in un linguaggio talmente preciso che porta con sé un certo modo di pensare preciso, che porta a riflettere, ad essere precisi. Non a caso Einstein (e no Galileo Galilei Marco!) è nato qui.

Una bellissima nazione e ha le sue contraddizioni ma questo è bellissimo perché altrimenti saremmo sotto dittatura!

 

Per finire, in cosa è concentrato Lorenzo ora?

Sta facendo riprese ogni giorno per una bellissima storia e al tempo stesso lavora al suo canale YouTube per documentari che verranno trasmessi tra un paio di mesi per incrementare il marchio della sua azienda.

Dopo un periodo di inattività di due anni, in cui egli credeva di essere arrivato a un punto morto, non comprendeva più il senso della sua arte e della sua vita, la ricerca di sé abbandonando la creatività. A un certo punto la ripresa della sua attività di artista, in strada, dipingendo dipinti e avendo successo. È così che Lorenzo comprende di avere un talento che poteva sfruttare per vivere.

Partito da un punto dove non aveva più scelta ma con una rinnovata forza nel perseguire quello che voleva fare, ha alzato la testa e ha creduto nel suo prodotto.

E dopo avere iniziato ad aver fiducia in ciò, ha fatto nascere il proprio business. Ed ecco qui un altro pensiero molto profondo: la consapevolezza che ciò che lui sapeva fare avrebbe potuto essere utile ad altri. Ecco quindi che Lorenzo ha iniziato a condividere ciò a giovani vogliosi di intraprendere questa strada.

“Penso che possiamo rendere questo luogo migliore quando generosamente condividiamo ciò che abbiamo in dotazione, affinché ognuno possa raggiungere un obiettivo più grande.”

 

Grazie mille Lorenzo per queste belle parole e questi pensieri che ti vengono dal cuore!

E grazie anche per la possibilità che hai fornito ai primi cinque spettatori di Britalians TV che si connetteranno al tuo canale YouTube… e tu che stai leggendo ne vuoi sapere di più? Guarda subito l’intervista!

By Marc Vezzi

TV Show Episodes mentioned in this press release

Brands mentioned in this press release

Featured Stars

Locations mentioned in this press release

Press Releases